Stampa 3D per la produzione di massa

HP sta collaborando attivamente con importanti aziende innovative allo scopo di soddisfare la crescente domanda a livello mondiale di componenti di alta qualità realizzati in Additive Manufacturing.

di Alberto Marelli

Nel corso di formnext 2018, HP ha annunciato nuove installazioni delle soluzioni di stampa HP Jet Fusion 3D e l’espansione di quelle esistenti, allo scopo di soddisfare la crescente domanda a livello mondiale di componenti di alta qualità realizzati in 3D. HP ha illustrato l’esplosione delle nuove applicazioni nei settori dei trasporti, industriale, medicale e consumer, tra cui le nuove applicazioni PA-11 e i primi clienti delle nuove soluzioni HP Jet Fusion 3D 300/500. HP ha anche annunciato un flusso di lavoro “dalla progettazione alla stampa” realizzato in collaborazione con Autodesk, per offrire capacità di progettazione generativa in tutto il portfolio HP Multi Jet Fusion, oltre a nuove risorse online per accelerare il percorso verso la produzione di massa per i clienti e i rivenditori.
“HP sta accelerando il passaggio alla produzione 3D di massa, consentendo una gamma straordinaria di applicazioni che aiutano i clienti a migliorare le attività di business, nel momento in cui stiamo dando il via alla quarta rivoluzione industriale.
Molti settori come quello dell’automotive, che sta attraversando la sua più grande trasformazione in più di cento anni, stanno cercando nuove tecnologie e partner strategici come HP per migliorare la propria competitività in questo periodo di cambiamento”, ha dichiarato Christoph Schell, Presidente della divisione 3D Printing and Digital Manufacturing di HP Inc. “Stiamo collaborando con aziende innovative di tutto il mondo per cambiare il modo di progettare e produrre con HP Multi Jet Fusion e la nostra nuova piattaforma Metal Jet, rendendo possibili nuove applicazioni, aumentando la flessibilità della produzione e incrementando l’innovazione, l’efficienza e la sostenibilità in tutto il ciclo di sviluppo dei prodotti”.

L’espansione globale della stampa 3D per la produzione di massa continua
Con il continuo aumento della domanda di componenti stampati in 3D, HP sta lavorando a stretto contatto con partner di produzione digitale nuovi ed esistenti in tutto il mondo per espandere le loro flotte di sistemi HP Multi Jet Fusion, come ad esempio RecTech 3D, Forecast 3D e GE Transportation.
RecTech 3D, un’azienda cinese di produzione che opera nel settore industriale, sta sfruttando la potenza della tecnologia HP Multi Jet Fusion per realizzare a Chongqing un vero e proprio Additive Manufacturing Center industriale, che fornisce un’ampia varietà di servizi di produzione 3D. Insieme ad HP, l’azienda prevede di offrire consulenza sulle applicazioni e di progettazione, nonché formazione per clienti e partner. RecTech 3D inizierà con l’installazione di dieci soluzioni HP Jet Fusion 3D 4210 nel suo Additive Manufacturing Center nei primi mesi di quest’anno e prevede di arrivare rapidamente ad almeno trenta sistemi di stampa 3D HP entro la fine del 2019.
Forecast 3D, da oltre due decenni un fornitore di parti stampate in 3D negli Stati Uniti, ha implementato ventiquattro sistemi HP Jet Fusion 3D 4210 nel proprio impianto di produzione digitale per sostenere l’espansione dell’azienda.
GE Transportation è un fornitore di attrezzature, servizi e soluzioni per i settori ferroviario, minerario, navale e dell’energia. GE Transportation utilizzerà le soluzioni di stampa 3D HP Jet Fusion nel proprio John F. Welch Technology Center di Bangalore, in India, per la produzione di componenti industriali per varie applicazioni in veicoli minerari e locomotive.

Esempi nel settore automotive
Con l’ampliamento delle soluzioni e del portfolio di materiali, stiamo assistendo a un’esplosione delle nuove applicazioni Multi Jet Fusion nei settori dei trasporti, industriale, medicale e consumer. Alcuni esempi nel settore dei trasporti includono BMW Group e Volkswagen Group. BMW utilizza le soluzioni HP Jet Fusion 3D 4200 per la produzione delle guide per i finestrini della BMW i8 Roadster: “Utilizzando gli standard di BMW per il settore automotive e la tecnologia Multi Jet Fusion di HP, il nostro team di produzione è in grado di realizzare componenti finali durevoli e affidabili, come le guide per i finestrini della BMW i8 Roadster”, ha commentato Dominik Rietzel, Responsabile dell’unità Non-metal Additive Manufacturing di BMW Group. “Siamo orgogliosi di aver prodotto più di un milione di parti stampate in 3D negli ultimi dieci anni ed è giusto che una di queste guide sia stata identificata come la milionesima parte stampata. I componenti complessi che richiedono funzionalità affidabili e un ingombro ridotto sono un esempio perfetto della potenza della tecnologia di Additive Manufacturing e siamo entusiasti delle opportunità che si prospettano al fianco di partner come HP”.
Volkswagen Group sta sfruttando la tecnologia di stampa 3D di HP per applicazioni in metallo e in materiali plastici. Il 100% degli strumenti utilizzati per la fabbricazione del nuovo SUV T-Cross viene stampato con la tecnologia HP Multi Jet Fusion. Volkswagen sta anche integrando HP Metal Jet nella propria roadmap di progettazione e produzione a lungo termine, a partire dalla produzione di pezzi personalizzabili in massa, come portachiavi individualizzati e targhette.

Per la stampa 3D di particolari metallici di alta qualità
Dopo il debutto a IMTS 2018 nel mese di settembre, HP presenterà HP Metal Jet, la tecnologia di stampa 3D per la produzione di volumi elevati di componenti metallici di alta qualità. Con una produttività superiore e un costo inferiore rispetto ad altri metodi di stampa 3D, la tecnologia HP Metal Jet è stata adottata da GKN Powder Metallurgy e Parmatech per la produzione di componenti finali. I clienti includono importanti organizzazioni globali come Volkswagen e Wilo, oltre ad aziende innovative di mercati verticali come Primo Medical Group e OKAY Industries. Nella prima metà del 2019, i clienti saranno in grado di caricare file di progetti 3D e di ricevere componenti di qualità industriale in volumi elevati grazie al nuovo Metal Jet Production Service. Le parti saranno realizzate dai partner HP GKN Powder Metallurgy e Parmatech, per garantire i più elevati standard di qualità ingegneristica e produttiva.