Costruire dove necessario, quando necessario

Le soluzioni 3D Systems per la produzione additiva ottimizzano gli ambienti produttivi, dalla prototipazione alla produzione. Una importante collaborazione con Nokia.

di Alberto Marelli

Nokia, nota azienda internazionale operante nelle telecomunicazioni, utilizza le soluzioni di produzione additiva di 3D System per trasformare il proprio workflow produttivo. Grazie all’integrazione della piattaforma Figure 4 Standalone di 3D Systems nella sua soluzione “Factory in a box” per la produzione di dispositivi mobili, Nokia ha dimostrato come le aziende manifatturiere siano in grado di anticipare le esigenze dell’Industria 4.0.
“3D Systems sta espandendo le proprie soluzioni per il flusso di produzione sulla base dei singoli casi di applicazione, grazie alla stretta collaborazione con produttori globali”, spiega Vyomesh Joshi, Presidente e Amministratore Delegato di 3D Systems. “La nostra capacità unica di applicare software, hardware, materiali e servizi, appositamente studiati per settori di primaria importanza come la progettazione e la produzione di dispositivi medici, il settore aerospaziale e della difesa e i beni di consumo, sta aiutando i nostri clienti a realizzare una maggiore produttività, durata e ripetibilità e a ridurre i costi operativi totali”.

Per rispondere all’evoluzione della produzione consapevole
Nel 2018, Nokia ha collaborato con diversi fornitori di tecnologia avanzata per presentare in anteprima il concetto “Factory in a box”. L’intento era quello di dimostrare come le aziende manifatturiere siano in grado di anticipare le esigenze dell’Industria 4.0 grazie a sistemi produttivi agili che possono essere trasportati e rimessi in servizio nel giro di poche ore. In occasione della Fiera di Hannover 2019, 3D Systems ha presentato la stampante 3D per materie plastiche Figure 4 Standalone, la più recente tecnologia destinata all’integrazione nella “Factory in a box” di Nokia. L’integrazione della produzione additiva con la realtà aumentata/realtà virtuale (AR/VR) e la robotica, alimentata dalla connettività 4G/5G privata di Nokia, si traduce in un flusso di produzione semi-automatizzato.
“Abbiamo dato vita al progetto “Factory in a box” nel 2017 e l’abbiamo presentato per la prima volta alla fiera Hannover Messe 2018. Si tratta di una “proof of concept” che dimostra come le soluzioni di Industria 4.0 possano essere imballate, trasportate e rimesse in servizio nel giro di poche ore potendo contare su una piena connettività wireless”, afferma Robert Froehler, Innovation Manager di Nokia. “L’idea è scaturita all’interno degli stabilimenti stessi di Nokia e sia la prima che la seconda versione del progetto sono state realizzate insieme a vari partner. Il concetto e la connettività di “Factory in a box” sono stati forniti da Nokia”.
Ma quali sono gli obiettivi che Nokia ha voluto raggiungere con questo progetto? “L’intento – sottolinea Froehler – è quello di dimostrare come Industria 4.0 non sia solamente una questione di flessibilità all’interno della fabbrica e sia necessario cominciare a pensare al di là dei capannoni industriali. Ci è quindi venuta l’idea di creare un nuovo concetto finalizzato alla produzione locale, al prototyping oppure al disaster recovery: “build where needed – when needed”.

Elevato livello di produttività
In seguito al feedback positivo ricevuto dal concetto di “Factory in a box”, Nokia voleva anche aggiungere nuove e avanzate tecnologie come la stampa 3D. “L’Additive Manufacturing non è di per sé indispensabile al funzionamento di “Factory in a box”. Teoricamente, è infatti possibile inserirvi qualunque tipo di tecnologia che sia confacente agli obiettivi del progetto e alle dimensioni di un container. L’importanza della produzione additiva, tuttavia, sta proprio nel ruolo primario che questa tecnologia ricopre nell’ambito di Industria 4.0 così come la robotica, l’intelligenza artificiale e la realtà aumentata e virtuale. È proprio per questo motivo che abbiamo deciso di integrare tutte queste tecnologie nella nostra “Factory in a box” versione 2.0”, dichiara Froehler.
Ma quali sono i motivi che hanno spinto Nokia a scegliere 3D Systems come partner per questo progetto? “Quando ci siamo messi alla ricerca di una stampante 3D da integrare nella nostra “Factory in a box”, Figure 4 Standalone di 3D Systems è stata una scelta ovvia. Fin dal suo primo rilascio sul mercato, la piattaforma Figure 4 gode di fama internazionale per il suo livello di produttività top di gamma e la sua ripetibilità Six Sigma. Queste caratteristiche sono esattamente ciò che vogliamo mettere in risalto nell’ambito della nostra soluzione di produzione consapevole in cui velocità, precisione e durata sono fondamentali”, conclude Froehler.