Per generare valore aggiunto

Durante la scorsa edizione di Formnext, il costruttore italiano Sisma ha presentato due nuovi sistemi di produzione additiva: la stampante 3D EVERES VARIO e la serie di stampanti 3D laser a fusione laser EVEMET 200.

di Alberto Marelli

Novità in casa Sisma. Il noto costruttore italiano specializzato nella progettazione e produzione di macchinari e sistemi laser di elevata precisione ha presentato lo scorso novembre, durante Formnext 2019, nuovi sistemi di produzione additiva: EVERES VARIO e EVEMET 200, due soluzioni professionali particolarmente interessanti per il settore industriale.
Grazie alla sorgente luminosa 4K UHD EVERES VARIO è in grado di raggiungere una risoluzione estrema, pari a 3.840×2.160 pixel.
La volumetria di stampa e la risoluzione XY possono essere modificate con un semplice tasto, passando da una base larga 115,2×64,8 mm per stampe ad altissima risoluzione a una base larga 226,6×127,4 mm per stampe ad alta produttività, con altezza massima 450 mm, accompagnate rispettivamente da due risoluzioni XY pari a 30 µm o 59 µm. Il distintivo anello LED comunica intuitivamente e velocemente i principali stati della macchina. Superiormente, uno schermo di controllo a scomparsa sensibile al tocco consente di visualizzare l’andamento di processo e le performance di stampa in qualsiasi momento, tramite un’interfaccia moderna e funzionale.
La gamma di stampanti 3D professionali EVERES, basate sulla tecnologia DLP – Digital Light Processing, si espande e va ad includere il nuovo modello EVERES VARIO. Esso deriva dalla piattaforma che già accumuna EVERES ZERO ed EVERES UNO, mantenendone la forma sinuosa e avveniristica che già si era distinta, elevandola elegantemente da terra fino allo schermo di controllo superiore. Questo nuovo modello è infatti un dispositivo con basamento a terra, ergonomico e funzionale, quanto esteticamente di carattere.
EVERES VARIO mantiene inalterate le caratteristiche tecnico-funzionali che appartengono alla famiglia EVERES come l’auto-allineamento e l’auto-azzeramento della piattaforma di costruzione, la vaschetta della resina che non degenera con il processo di fotopolimerizzazione, l’alta velocità di stampa, il carico/scarico automatico della resina, il software con funzionalità “Click&Make” e la possibilità di attivare il distacco automatizzato degli oggetti stampati dalla base di costruzione.

Veloce e accurata
La stampante EVERES VARIO utilizza la tecnologia ZTT – Zero Tilting Technology (sotto copertura brevettuale) che consente di realizzare routine di stampa estremamente veloci senza alcun compromesso in termini qualitativi. Il fondo della vasca in PTFE non è soggetto a fenomeni degenerativi durante il processo di fotopolimerizzazione della resina. Il primo strato sarà preciso e dettagliato così come l’ultimo. Lo stress meccanico subìto dall’oggetto durante la sua formazione è minimo.
L’allineamento e l’azzeramento della piattaforma di costruzione avviene in automatico ad ogni nuova stampa senza bisogno di alcun intervento manuale, limitando così ogni possibile errore umano.
Le cartucce di resina vengono riconosciute in automatico tramite Tag RFID, le operazioni di carico/scarico della resina sono gestite in modo automatico all’avvio e al termine di ogni singolo processo di stampa.

Tecnologia di fusione laser selettiva di letto di polvere metallica
EVEMET, insieme ad EVERES, completa il panorama di stampanti 3D di ultima generazione offerto da SISMA e si inserisce all’interno di un progetto più ampio, in cui queste due classi di prodotto perseguono una dimensione univoca e specializzata, allo scopo di generare valore aggiunto ai suoi utenti.
Le stampanti 3D EVEMET sono soluzioni produttive all’avanguardia che garantiscono elevati standard sia nel monitoraggio del processo (condition monitoring), dove i parametri operativi sono visualizzati in corso d’opera e resi disponibili in un riepilogo finale, che nel monitoraggio del letto di polvere, dove l’utilizzo congiunto di videocamere e software consente la verifica istantanea della qualità di fusione e della stabilità di processo (powder bed monitoring). La nuova serie EVEMET 200, ideata per soddisfare al meglio le esigenze produttive del settore industriale e medicale lavorando anche con metalli reattivi, offre un volume massimo di stampa pari ad un cilindro con un diametro di base 200 mm e un’altezza di 200 mm. La stampante, dotata di un serbatoio di carico polvere sufficiente ad approvvigionare fino a due volte e mezza il massimo della volumetria stampabile, può utilizzare ogni tipo di polvere metallica disponibile sul mercato. Un nuovo sistema di gestione del flusso di gas all’interno della camera di stampa consente di ottenere una densità ottimale su tutta l’area di lavoro, senza sporcare la lente di protezione al laser.

Le caratteristiche tecniche
EVEMET 200 consente di raggiungere performance produttive fuori dal comune, grazie a:

  • due sorgenti laser che lavorano congiuntamente in piena sovrapposizione;
  • nuove funzionalità di gestione dell’impulso laser, che consentono di ottenere una migliore finitura superficiale e di ridurre lo stress nella costruzione del pezzo;
  • pre-riscaldamento del piatto di stampa fino a +200 °C;
  • componentistica e computer di controllo di categoria industriale, che garantiscono maggiore stabilità di processo;
  • due cartucce filtro che supportano fino a 1000 ore di stampa ciascuna;
  • sistema aspirante integrato per il trasferimento della polvere residua dal cilindro di costruzione al contenitore di recupero, senza bisogno di utilizzare una stazione di scarico esterna;
  • sistema di monitoraggio del letto di fusione, che permette di analizzare il fascio laser e verificare l’effettiva qualità del lavoro;
  • sistema di gestione polvere esterno tramite la stazione EVEMET MULTIPLO che permette di setacciare in modo automatico anche in atmosfera inerte.

Stazione multifunzione di trattamento delle polveri metalliche
La stazione EVEMET MULTIPLO è un nuovo accessorio, compatibile con i modelli EVEMET 200 e MYSINT 300, che consente di operare in modo autonomo il ciclo di gestione della polvere metallica e sfruttare appieno un sistema di controllo qualità senza alcun compromesso: la polvere metallica può essere manipolata in un ambiente totalmente inerte, evitando qualsiasi contatto diretto con l’operatore e contaminazioni provenienti dall’esterno.
Tramite questo sistema è possibile realizzare la setacciatura automatizzata di polvere metallica tramite vibrazione ad ultrasuoni ad alta capacità, dal cilindro di recupero di EVEMET 200 e MYSINT 300 o da barattoli nuovi.
Tramite il pannello di controllo touch-screen è possibile selezionare diversi parametri preimpostati, a seconda del materiale caricato.
EVEMET MULTIPLO si avvale di una bilancia interna per gestire in autonomia il quantitativo impostato di polvere da setacciare. È così possibile avviare il processo che verrà eseguito senza necessità di supervisione, fino a raggiungere il peso indicato. Questo accessorio è disponibile nella versione con camera di lavoro inerte o standard, in entrambi i casi con o senza cella a guanti per maneggiare sostanze reattive. È possibile pulire gli oggetti realizzati tramite stampa 3D con l’aiuto del gas inerte in uno spazio schermato dall’esterno e in totale sicurezza per l’operatore. Risulta inoltre estremamente semplice e veloce da ripulire per un eventuale cambio di materiale.