La sfida tecnologica che unisce nella lotta al CoVid-19

Una rete di stampanti 3D professionali nei laboratori di grandi aziende italiane: è quella che si dirama da Bentivoglio (BO) dove Solid Energy, azienda di THE3DGROUP ha progettato, in collaborazione col personale sanitario dell’Ospedale di Sassuolo (MO), un dispositivo capace di filtrare in ingresso e in uscita il respiro di chi lo usa.

Il passo successivo è stato coinvolgere aziende che hanno deciso di mettere a disposizione le proprie stampanti per contrastare l’emergenza Covid-19. L’iniziativa è stata chiamata “progetto ARTA”.

Il dispositivo che trasforma le maschere Decathlon in ausili di protezione è stato progettato da Solid Energy, azienda di Bentivoglio specializzata in innovazione e sviluppo prodotto attraverso le tecnologie additive. “Abbiamo cercato di contribuire all’emergenza con ciò che sapevamo fare meglio”, spiega Claudio Pavan, Presidente dell’azienda.

Il progetto ARTA è un’alternativa in caso di assenza di dispositivi certificati, o come ausilio supplementare per il personale sanitario. Si tratta di un dispositivo composto dalla maschera Decathlon Easy Breath e da due filtri medicali certificati come antivirali al 99,9%, collegati tramite un raccordo di stampa 3D. Quello che doveva essere il progetto di un raccordo creato con tecnologia di stampa 3D professionale, si è presto trasformato in una grande cordata di solidarietà, con le aziende da un lato e i cittadini dall’altro, che inviano le loro maschere perché siano adattate. “È solo grazie all’aiuto di tanti che Solid Energy sta portando avanti questo progetto: dalla Protezione Civile alla Croce Italia che quotidianamente recupera sul territorio le maschere donate dai cittadini e le trasforma, alla raccolta fondi che abbiamo lanciato per acquistare i filtri medicali e alle aziende che hanno deciso di seguirci nel progetto. Eccellenze italiane, con un parco macchine all’avanguardia in grado di produrre velocemente, con la massima qualità, e potenzialmente ovunque i raccordi stampati in 3D”, afferma Pavan.